EU Newsroom

Un’indagine condotta da XPO Logistics negli Stati Uniti e nel Regno Unito dimostra che i consumatori si dedicano al fai-da-te durante il COVID-19

Comunicato stampa | Northampton, UK | 23 Luglio 2020

Oltre il 50% degli intervistati ha risposto di essersi dedicato a progetti fai-da-te, causando un’impennata degli acquisti online   
 
XPO Logistics, uno dei dieci principali fornitori globali di soluzioni per la supply chain, ha pubblicato i dati di una recente indagine condotta negli Stati Uniti e nel Regno Unito che mostra le tendenze dei consumatori durante il periodo COVID-19 fino a maggio. In particolare, i risultati indicano che il 55% degli intervistati negli Stati Uniti ed il 56% nel Regno Unito si è dedicato ad un progetto di fai-da-te durante la pandemia. XPO è un importante fornitore di servizi di trasporto merci per il settore del fai-da-te, dove molti rivenditori utilizzano strategie omnicanale per garantire le vendite sia in-store che online. 
 
I modelli omnicanale sono una tendenza secolare nel settore del commercio al dettaglio. Più del 50% degli intervistati da XPO ha indicato che un adeguato distanziamento sociale e pulizia li incoraggerebbe a fare nuovamente acquisti nei negozi. Allo stesso tempo, la maggioranza ha affermato che probabilmente continuerà ad acquistare una serie di prodotti online dopo la pandemia, tra cui elettrodomestici ed altri articoli di grandi dimensioni 
 
"I retailer che hanno già una strategia digitale in atto, con o senza canale fisico, sono nella posizione migliore per trarre vantaggio dal passaggio all'e-commerce", afferma Gavin Williams, amministratore delegato della divisione supply chain Regno Unito ed Irlanda. "In definitiva, sono i consumatori a determinare il mix ottimale di canali. Noi forniamo un'esperienza di vendita al dettaglio superiore analizzando la domanda e ingegnerizzando di conseguenza i nostri processi logistici". 
 
Le indagini sono state condotte dalla società di ricerca indipendente Statista dal 20 al 28 maggio 2020. I risultati riflettono le risposte degli adulti dai 18 anni in su negli Stati Uniti e nel Regno Unito. Una tabella dei dati è disponibile qui