EU Newsroom
XPO employee in DIY warehouse

La capacità della tecnologia di cambiare la supply chain

Leadership | Alessandro Renzo, Operations Director, Supply Chain – Italy | 08 Aprile 2021

In termini di digitalizzazione della supply chain, il settore è in anticipo di quattro/cinque anni rispetto alle previsioni. Basta guardare la crescita dirompente dell’e-commerce in tutta Europa, in risposta alla pandemia, per vedere come il ruolo della tecnologia abbia registrato una rapida evoluzione. Solo nel settore del Fai Da Te abbiamo assistito ad una crescita fino al 50%, in paesi che tradizionalmente non erano particolarmente forti nell’e-commerce, come l’Italia e la Spagna. Anche se ci auguriamo che la pandemia sia temporanea, la rivoluzione tecnologica e l’innovazione devono essere un processo continuo: siamo convinti che la crescita dell’e-commerce accelererà di nuovo, dopo la fine della pandemia.  
 
La pandemia ha anche dimostrato che la sostenibilità e l’agilità sono ulteriori fattori di innovazione. Prima del 2020, gli attori della supply chain consideravano l’efficienza, l’aumento dei livelli di servizio e il ROI come fattori chiave nella valutazione della tecnologia. Ora, il ruolo della tecnologia nel ridurre l’impatto ambientale di un’azienda è passato da “nice to have” a “must”. La tecnologia è diventata essenziale come leva che le aziende possono utilizzare per dimensionare le proprie operazioni ed adattarsi così alle fluttuazioni della domanda ed alle perturbazioni dell’offerta. È quasi impossibile che un’azienda possa replicare da sola il nostro attuale livello di automazione e digitalizzazione, con costi e tempi gestibili.  

E-commerce: uno dei principali motori della logistica in Italia 

Prima della pandemia, l’Italia aveva uno dei più bassi tassi di penetrazione dell’e-commerce in Europa. Questo dato è cambiato quasi da un giorno all’altro, naturalmente, con l’aumento degli acquisti online, in gran parte sotto la spinta del settore alimentare. Poiché le restrizioni in corso hanno limitato la capacità degli italiani di acquistare beni nei negozi fisici, un simile passaggio all’e-commerce si è verificato tuttavia in quasi ogni settore. Imprese di tutte le dimensioni hanno spostato per la prima volta le loro operazioni di vendita dal dettaglio all'online e, per la maggior parte di esse, è stata una sfida difficile. A causa della crescente domanda di spazio logistico da parte di aziende che gestiscono piattaforme di vendita e rivenditori che adottano strategie omnicanale, l’e-commerce è ora uno dei principali motori del settore logistico italiano.  

Come i clienti possono stare al passo con l’evoluzione dell’e-commerce 

 
La pandemia ha reso la digitalizzazione più urgente che mai e la tecnologia riveste un ruolo chiave nella transizione verso un modello di business omnicanale. Fortunatamente, disponiamo di molte tecnologie mature per supportare tutti gli aspetti della supply chain, dalla ricezione e stoccaggio in entrata al picking, imballaggio e spedizione. Tuttavia, l’elemento più importante è poter contare sulle persone giuste. Anche se l’hardware, gli strumenti digitali e i processi sono cruciali per poter essere flessibili e pianificare gli imprevisti, disporre delle persone giuste, con le competenze, la formazione e la mentalità necessarie, è davvero vitale. La leadership ed il lavoro di squadra sono importanti tanto quanto le competenze tecniche e digitali, ed è per questo che XPO investe continuamente nelle persone e nella tecnologia. 
 
Scoprite il nostro punto di vista e gli approfondimenti del settore visitando la nostra pagina relativa all'e-commerce ed il fai da te. Leggete la nostra scheda informativa, l'infografica, i risultati del sondaggio del webinar e guardate il replay del webinar sul fai da te per stare al passo con l'evoluzione dell'e-commerce.